Vacanze e viaggi su misura

Sicilia

  • Sicilia

Per tutte le stagioni, per tutti i gusti

Sicilia Occidentale, tra cibo e vino!

Sappiamo tutti che, quando si va in Sicilia, di sicuro non si rimane delusi da due principali caratteristiche di questa terra: l’ospitalità e il cibo. Ecco che un “semplice” weekend gastronomico, un lungo soggiorno o un bel tour, possono diventare un’esperienza unica. Prendiamo ad esempio una delle zone più affascinanti e ancora tra le meno note della Trinacria, l’area di Trapani: con Marsala, Mazara del Vallo, Nubia e l’Isola di Mozia… e con una piccola deviazione ad Erice.

Si ha la sensazione di essere in un pezzo di storia italiana che scorre lungo le strade delle cittadine e le insegne dei vari bar, trattori e caffè del territorio, una storia che riconduce a uno dei nomi più importanti della storia italiana: Garibaldi, eroe che da quest’area iniziò la sua “risalita”. Garibaldi è il nome di uno dei ristoranti più interessanti di Mazara del Vallo, il Caffè Garibaldi, inserito nella Kasbah di Mazara, nel dedalo di vicoli “rimessi a nuovo” dall’attuale amministrazione e divenuti vera attrattiva per i turisti grazie alle loro ceramiche appese ai muri, appiccicate ai pavimenti e, in alcuni casi, vere e proprie opere d’arte nelle piazzette della cittadina. Dicevamo, il Caffé Garibaldi, un piccolo ristorantino gestito da due singolari signore, mamma e figlia, “Mariella” e “Sandra”, con divise diverse ogni giorno per 365 giorni all’anno, con una grande sapienza attraverso la quale spiegano la storia e le caratteristiche dei piatti che consegnano al palato dei commensali, piatti (vere e proprie opere d’arte) preparati da un cuoco formidabile, che loro chiamano “cuochino” (Mauro) e che noi abbiamo definito un grande cuoco: tutte queste parolone per dire che è stata una delle migliori cene che abbiamo mai fatto in tutta la nostra vita. Consigliare di provare questo o quel piatto è quasi impossibile, bisognerebbe provarli tutti, gli antipasti sono una certezza, in primis le polpette di cozze su foglia di limone e la caponata “ritrovata” (con un ingrediente ripreso da vecchi scritti e che le dà un tocco davvero speciale… ingrediente che non vi sveliamo), per non parlare dei primi, da provare assolutamente le tagliatelle con aringa e arance. Mazara è città di pescatori, è un incrocio di storie e culture araba, cristiana e bizantina, perciò a Mazara il pesce diventa la base per la creatività in cucina: il cous cous alla trapanese (con il pesce, ovvio) è da gustare in tutti gli angoli. Uno dei migliori ristoranti dove mangiarlo è sicuramente il Baby-Luna, all’inizio del lungomare: trattoria semplice con personale professionale e amichevole, dal sapore genuino. E il pesce non si ferma sul lungomare, a pochi metri c’è il porto dei pescatori, dove si assaggiano i migliori antipasti di pesce (in tutte le loro forme e cotture)… un ristorante su tutti: Marmoreo (l’Antico Borgo Marinaro), una vecchia pescheria rimessa a nuovo, con i tavoli in legno e maioliche, personale simpatico, gentilissimo e una bellissima cucina a vista.

A pochi chilometri da Mazara del Vallo, c’è Marsala, dove Garibaldi sbarcò e dove Garibaldi stesso pensò di assaggiare il vino locale tra i più famosi al mondo, il Marsala, appunto. Una delle cantine dove l’eroe dei Due Mondi si fermò è la Cantina Florio, tra le più belle e imponenti d’Italia, scenografica anche per la sua posizione di fronte al mare. Bisogna fermarsi da Florio e visitare questa cantina, il costo del biglietto vale la visita, anche perché la degustazione finale è solo la punta di un iceberg che l’azienda ha “creato” nei secoli, grazie al duro lavoro e tanta abilità nel marketing.
Un appunto, se passate per il centro di Marsala, fermatevi sotto Porta Garibaldi (sì, ancora…), dove una manciata di ragazzi gestisce una piccola pescheria-trattoria, la Marinara, preparando degli ottimi piatti di pesce (freschissimo) della tradizione siciliana con un tocco creativo e con ottimi vini della zona…
Pesce, vino e cous cous… non mancano i dolci! Ovunque, in tutta la Sicilia, si possono assaggiare i dolci(ssimi): panetterie, pasticcerie, ristoranti e osterie propongono le loro prelibatezze fatte in casa, dalla pasta di mandorle, agli immancabili cannoli alla siciliana (la ricotta così buona la trovi solo là), fino al profumatissimo Cioccolato di Modica… e per un’esperienza unica, si deve salire ad Erice (eccola la deviazione…), per un assaggio di pasticcini da Maria Grammatico, un locale piccolissimo ma “caleidoscopico” grazie alla vivacità dei colori dei tipici dolcetti e della tradizionale Frutta di Martorana.
Questo è solo un weekend gastronomico, una porzione di sapori e di esperienze che una terra ricca come la Sicilia può offrire, una porzione tanto piccola che non può bastare, una porzione di un piatto così saporito che di sicuro merita il bis.

Gentes viaggi propone vari tour in Sicilia, dal tour Enogastronomico al viaggio culturale, costruendo itinerari specializzati in una determinata zona o area tematica, come può essere il tour della Sicilia Occidentale e le Isole Egadi, oppure il Tour della Sicilia Barocca, fino a un semplice ma intenso weekend a Palermo.

Tel +39 0444 886737
Skype: Gentes.01

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Il nostro team sarà felice di fornirti l'assistenza di cui hai bisogno

Viator