Home

Maldive

da agosto - a dicembre /  € da 2890

Speciale Diving con Hotelplan

  • Maldive

Vacanze alle Maldive disponibili dal 5 agosto al 15 dicembre 

Speciale Diving: in omaggio pacchetto 10 immersioni Padi oppure corso open water Padi*

DIAMONDS ATHURUGA ****S - Exclusive 

9 giorni - 7 notti 

Beach Bungalow - Trattamento All Inclusive 

Voli Neos e trasferimenti in idrovolante 

Da € 2890 per persona in camera doppia

Speciale Hotelplan: Assistente Residente - Biologo Marino - Uscite Snorkeling guidate 

Vuoi vedere la struttura? Clicca qui 

viaggio organizzato da Hotelplan 

MALDIVE VISTE DA VICINO, alcune informazioni utili 

Ventisei atolli, circa 1.200 tra isole ed isolotti compaiono come dal nulla nelle limpide acque dell’Oceano Indiano, circondate dal reef, orlate da bianche spiagge e coperte da una fitta vegetazione tropicale.

L’ATOLLO
Il nome deriva dal maldiviano “atholu” che significa “isola a forma di anello”. È una formazione madreporica circolare che racchiude una laguna interna la cui dimensione può variare da pochi ad alcune decine di chilometri. Tali conformazioni sorgono in prossimità di vulcani sommersi. Il primo uomo che studiò gli atolli fu Darwin, la cui teoria sulla loro formazione è ancora la più attendibile. Milioni di anni fa, nella zona dove oggi sorgono le isole maldiviane, i vulcani affioravano sulla superficie del mare; in questo modo i coralli trovano un fondale duro su cui crescere. Il progressivo sprofondamento dei vulcani ha permesso alle formazioni madreporiche di aumentare la propria altezza, vive in superficie, sopra una cintura di coralli morti in profondità. Questo fenomeno è andato avanti fino al totale inabissamento dei vulcani e la cintura di madrepore si è stabilizzata intorno ad una laguna creando la situazione attuale. I reef degli atolli maldiviani presentano delle aperture di varia larghezza dette “pass oceaniche” che collegano la laguna interna all’Oceano Indiano e che permettono, oltre al ricambio di acqua, anche un passaggio di pesci e di nutrimenti dall’oceano alla laguna.

LO STATO DI SALUTE DELLE BARRIERE CORALLINE E DELLE ISOLE
Contribuiamo anche noi alla salvaguardia del patrimonio naturale delle Maldive. Negli ultimi anni lo stato di salute dei polipi costruttori, l’elemento base che “costruisce” gli atolli delle Maldive, è progressivamente peggiorato ed è riscontrabile innanzitutto dalla diversa colorazione delle madrepore. A cosa imputare questo degrado così repentino? Uno dei fattori principali è sicuramente l’innalzamento della temperatura dell’acqua che causa la morte di molte specie di polipi e di alghe microscopiche che vivono in simbiosi con essi. Gli studi scientifici sono troppo recenti perché si possa dare una spiegazione corretta ed esauriente sul fenomeno: non si conoscono le temperature dell’acqua nei secoli passati e non si è ancora in grado di stabilire se questa moria è legata ai problemi dell’atmosfera come l’effetto serra o se si tratta invece di un ciclo naturale. Quindi alle Maldive il rispetto dell’ambiente è assolutamente indispensabile. Il paesaggio subacqueo delle Maldive consiste in un ecosistema di una complessità inimmaginabile. Ogni essere vivente ha il suo posto, con la sola eccezione dell’uomo.

ANCHE VOI POTETE CONTRIBUIRE AD AIUTARE A MANTENERE INTATTO QUESTO PARADISO INEGUAGLIABILE SEGUENDO POCHE REGOLE FONDAMENTALI.
Perciò il consiglio è quello di comportarsi come un ospite e osservare poche e semplici regole comportamentali: * non calpestare la barriera corallina * non toccare i coralli * non dare da mangiare ai pesci Il corallo è un organismo che vive, è una struttura calcarea che per diventare tale, grazie a milioni di polipi ospitati, ha impiegato migliaia di anni. Quando si tocca un corallo, si distruggono i polipi, si distrugge la vita.

Rifiuti (plastica/alluminio/batterie)

Alle Maldive non esistono discariche per i rifiuti. Ogni rifiuto prodotto dai turisti viene bruciato e le ceneri buttate in mare. Sarebbe di grande aiuto se si riportassero a casa (in Italia) contenitori vuoti di detergenti (bagnoschiuma, shampoo etc), plastica in genere e batterie.

Detergenti

I detergenti personali (shampoo, sapone, bagnoschiuma, ecc.) vengono tutti dispersi in acqua. Utilizzando quelli ad alta biodegradabilità diminuirete l’inquinamento delle acque.

mail: info@gentesviaggi.it / 377 1674588 

Tel +39 0444 886737
Skype: Gentes.01