Home

Uzbekistan

25 settembre - 2 ottobre 2018 /  € 1550

Lungo la Via della Seta

  • Uzbekistan

Viaggio alla scoperta di una terra d’incomparabile fascino e bellezza.
Lungo la Via della Seta, l’Uzbekistan, da sempre crocevia di popoli e culture; scrigno prezioso di antiche città carovaniere, che evocano emozioni profonde di memorie, miti e leggende millenarie…

25 SETTEMBRE 2018 VENEZIA - URGENCH
Partenza in bus da Vicenza - Padova per l’aeroporto di Venezia. Imbarco sul volo di linea per Roma, cambio aeromobile e volo notturno per Urgench. Disbrigo delle operazioni di imbarco e partenza. Cena e pernottamento a bordo
26 SETTEMBRE 2018 URGENCH - KHIVA
Arrivo al mattino, disbrigo delle formalità doganali, incontro con la guida locale, trasferimento in hotel e prima colazione. Assegnazione delle camere riservate e tempo disponibile per riposare. A piedi raggiungeremo il centro di KHIVA, la più intatta e remota città della Via della Seta in Asia Centrale con l’affascinante complesso di Icahn Kala, una fortezza con molti minareti circondati da cupole ed edifici. Il suo centro storico è perfettamente conservato: si potranno visitare le Madrasse di Allah kuli Khan e di Muhammad Amin Khan. Quest’ultima è la più grande nel suo genere, perché può ospitare fino a 250 studenti. Tra gli altri monumenti d’interesse il Mausoleo Pakhlavan Mahmud, poeta, filosofo e lottatore leggendario, patrono della città, uno dei luoghi più belli della città per il suo cortile e le splendide piastrelle di ceramica decorate. Si continua con la visita della Kukhna Ark, la Vecchia Fortezza, residenza fortificata dei sovrani di Khiva, costruita nel XII secolo e poi estesa dai Khan nel XVII secolo. Gli “harem”, la zecca, le scuderie, l’arsenale, le caserme, la moschea e la prigione dei khan sono tutti dislocati all’interno. Visita della Moschea Juma (moschea del venerdì), edificio derivato dalla vecchia moschea araba. Di notevole interesse le 213 colonne di legno che sorreggono la struttura, ognuna alta 3,15 m. Infine si potrà visitare la residenza Tosh Howli (casa in pietra), un caratteristico edificio impreziosito da sfarzose decorazioni interne in ceramica, pietra e legno intagliati: la residenza fu fatta costruire da Allah Kuli Khan tra il 1832 e il 1841 come alternativa a KunyaArk. Pranzo in corso di visita, cena e pernottamento a Khiva.
27 SETTEMBRE 2018 URGENCH - BUKHARA
Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto a Urgench in tempo utile per il volo per Bukhara con volo di linea Uzbekistan Airways (durata volo: circa 40 minuti). Arrivo e inizio delle visite per scoprire l’affascinante Bukhara. BUKHARA, rappresenta la città sacra per eccellenza dell’Asia centrale, fama alimentata nel tempo dalla presenza di stuoli di artisti, letterati e scienziati islamici. Con i suoi edifici millenari, i centoquaranta monumenti protetti e un centro storico tuttora abitato e immutato negli ultimi due secoli, rappresenta uno dei luoghi chiave per farsi un’idea di come fosse la regione prima dell’arrivo dei russi. Anticamente la città, costituiva un crocevia delle vie carovaniere tra India e Arabia. Bukhara è un gioiello architettonico: le sue vestigia risalgono al X secolo, quando secolo fu capitale del regno persiano samanide. Di questo periodo sono rimasti due monumenti: il prezioso mausoleo di Ismail Samani del 905 e del Chashma Ayub luogo sacro con la sorgente di Giobbe, la fortezza di Ark, l’antica città reale, una città dentro la città, il mausoleo. Pranzo in corso d’ escursione. Cena e pernottamento a Bukhara.
28 SETTEMBRE 2018 BUKHARA
Pensione completa. Dopo la prima colazione, con la guida, continueremo la visita di questa incantevole città. Il minareto di Kalon, uno dei simboli caratteristici di Bukhara. Fu costruito da Karakhanid Arslan Khan nel 1127. In quel periodo probabilmente si trattava della più alta costruzione dell’Asia Centrale con i suoi 47 m. A seguire visita dei resti della moschea il Mogaki –Attori, ex monastero buddista divenuto moschea che introduce al complesso Lyabi- Hauz, bella piazza attorno a una grande piscina, il cuore della città. Tra le scuole coraniche la Madrassa Kukeldash, che fu un tempo la più importante del paese e la Madrassa Nadir Divanbegi. Il complesso Poi-Kalyan con il suo bellissimo minareto, intatto da 880 anni, il bazar coperto con le sue cupole: Taqi Zargaron o bazar dei gioielli, Taqi Sarrafon o bazar di cambio moneta e Taqi Telpak Furushon o bazar dei cappelli.
29 SETTEMBRE 2018 BUKHARA - SHAKRISABZ – SAMARCANDA
Dopo la prima colazione. Partenza per Shakrisabz (300 km), città natale di Tamerlano. Visita delle rovine della residenza di Tamerlano Ak Sarai, la moschea blu KokGumbaz, la moschea del venerdì, il complesso DorutSaodat e la Cripta di Tamerlano scoperta nel 1963. Pranzo presso una famiglia uzbeka. Proseguimento del viaggio verso Samarcanda (170 km) attraverso uno scenario di campi e colline e rigogliosi paesaggi. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.
30 SETTEMBRE 2018 SAMARCANDA
"Samarcanda è una città nobile, dove bellissimi giardini, e una piena di tutti i frutti, che l'uomo può desiderare. Gli abitanti, parte son Cristian, e parte Saraceni, e sono sottoposti al dominio d'un nepote del Gran Can."
Cosi scriveva Marco Polo ne "Il Milione" raccontando il suo viaggio. La città è per lo più conosciuta per essere nel mezzo della Via della seta nel percorso tra la Cina e l'Europa. Nel 2001 l'UNESCO ha inserito la città, vecchia di 2700 anni, nella lista dei patrimoni dell'umanità. Visiteremo i suoi monumenti fatti costruire da Tamerlano o meglio Timur che letteralmente significa “Lo zoppo”, considerato l’eroe nazionale. Nel XIV secolo lanciò una campagna espansionistica che si concluse nel 1395 e che lo portò alla conquista degli odierni Iran, Iraq, Siria, Turchia orientale e Caucaso. E’ durante il regno di Tamerlano che nasce e si sviluppa il mito della lontana Samarcanda, centro nevralgico di tutto l’impero. Qui Timur, durante i trentacinque anni di regno, si fece patrono delle arti, fece edificare edifici importanti. La città è uno degli insediamenti più antichi nell’Asia Centrale e probabilmente fu fondata nel V secolo a. C. Quando Alessandro Magno nel 329 AC decise di conquistarla era già una città cosmopolita. Inizieremo le visite con il Mausoleo di GurEmir che ospita la tomba di Tamerlano, la bellissima Piazza Registan con le sue imponenti madrasse azzurre, la Moschea di BibiKhanum. Non mancheremo di fare una sosta al colorato e brulicante mercato agricolo Siab. Proseguimento con la visita della necropoli dei nobili ShakhiZinda, monumento funebre che non ha uguali in tutta l'Asia centrale; considerato il monumento tra i più suggestivi di Samarcanda, il cui nome significa “tomba del re vivente”. Pasti in ristorante. Pernottamento.
1 OTTOBRE 2018 SAMARCANDA/TASHKENT
Dopo la prima colazione proseguiremo le visite di Samarcanda. Non mancheremo di ammirare l’Osservatorio di Ulugbek, dove è custodito un immenso astrolabio alto più di 30 metri, il mausoleo di San Daniele (HodjaDonyior), in cui Tamerlano fece portare parte delle ceneri del Santo dalla tomba di Sush, in Iran, perché Samarcanda acquisisse importanza anche dal punto di vista religioso e il Museo Afrasiab. Dopo il pranzo in ristorante, trasferimento alla stazione di Samarcanda, in orario per salire sul treno veloce, che in 2 ore circa, ci porterà da Samarcanda a Tashkent. All’arrivo trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.
2 OTTOBRE 2018 TASHKENT
Prima colazione in hotel. Al mattino visita della città vecchia con la Madrassa di Kukeldash fondata nel XVI secolo da un discendente di Tamerlano. Di notevole interesse anche il bazar Chorsu, il più grande di Tashkent per la vendita delle spezie. Infine si potrà ammirare la città nuova con la Piazza dell’Indipendenza il teatro Navoi, il teatro dell’Opera e Balletto e la piazza di Tamerlano. Dopo pranzo trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo diretto a Roma, cambio aeromobile e volo per Venezia. Trasferimento ai luoghi di origine con il bus.

QUOTA PER PERSONA EURO 1550,00

La quota comprende: trasferimento con bus A/R all’aeroporto di Venezia, Volo di linea Alitalia e Uzbekistan Airways Venezia/Roma/Urgench – Tashkent/Roma/Venezia, franchigia bagaglio kg 20, Volo interno Urgench-Bukhara, Treno veloce da Samarcanda a Tashkent, Accompagnatore dall’Italia per tutta la durata del viaggio, Sistemazione in alberghi di cat. 3 stelle sup/4 stelle, Trattamento di pensione completa dalla colazione del 2° giorno, al pranzo dell’ultimo, Acqua ai pasti, Visite ed escursioni in pullman con A/C per tutta la durata del viaggio, Servizio di visita guidata dal primo all’ultimo giorno, Ingressi ai monumenti indicati in programma, Visto collettivo (se documenti consegnati nei tempi comunicati dall’agenzia), Assicurazione medico bagaglio, Guida Cartacea del paese.
La quota non comprende: il supplemento camera singola pari ad € 150,00 per tutta la durata del tour, tasse aeroportuali ad oggi 15/02/18 € 181,00, eventuale aumento del viaggio legato al cambio € 1 = $ 1,22, bevande ai pasti, extra di carattere personale, mance e tasse per fotografare, eventuale polizza facoltativa annullamento viaggio pari al 6,9% del totale pratica (da stipulare all'iscrizione), quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

ACCONTO DI € 400,00 ENTRO IL 04 APRILE - SALDO 1 MESE PRIMA DELLA PARTENZA.

Viaggio effettuato al raggiungimento minimo di 15 partecipanti.

Per informazioni e prenotazioni: cell. 3771674588
tel. 0444 886737 – mail: info@gentesviaggi.it

DOCUMENTI E VISTI
Per i cittadini italiani per recarsi in Uzbekistan occorre il passaporto ed il visto consolare.

Tel +39 0444 886737
Skype: Gentes.01